I link che seguono forniscono la collocazione della pagina attuale nella gerarchia di navigazione.

  • Isaia 35

    di Luca Baratto

    «Il deserto e la terra arida si rallegreranno, la solitudine gioirà e fiorirà come la rosa; [...] allora lo zoppo salterà come un cervo e la lingua del muto canterà di gioia; [...] e nel deserto si aprirà una strada maestra».
    Isaia canta la gioia nel deserto e l’abbondanza della vita perché, attraverso la fede, sa descrivere il mondo come Dio lo può rendere

    continua »

  • Marco 5:15

    di Luca Baratto

    «Vennero da Gesù e videro l'indemoniato seduto, vestito e sano di mente, lui che aveva avuto la legione; e s'impaurirono»
    La cosa che fa davvero paura in questa storia è la reazione della gente di Gerasa. Come loro, dietro un matto ci siamo noi che invece di ringraziare Gesù che ci libera dai nostri demoni, lo cacciamo perché non abbiamo il matto su cui scaricare la nostra cattiva coscienza

    continua »

  • Salmo 90:12

    di Luca Baratto

    «Insegnaci, o Signore, a contar bene i nostri giorni, per acquistare un cuore saggio
    Chi sa davvero contare i giorni della propria vita? Nella richiesta del salmista c'è il desiderio di venir rassicurati che il tempo non scorre invano e che in esso possiamo vivere sensatamente la nostra realtà di esseri umani

    continua »

  • I Samuele 3:9

    di Luca Baratto

    «Parla, Signore, perché il tuo servo ascolta»
    La spiritualità biblica è una spiritualità della Parola che però nasce dall’ascolto. Mettersi in ascolto prima di tutto di Dio e della sua Parola; e poi mettersi in ascolto dei fratelli e delle sorelle in fede e in umanità, mettersi in ascolto degli altri

    continua »

  • Luca 2,40-52

    di Vito Gardiol

    «I suoi genitori andavano ogni anno a Gerusalemme per la festa di Pasqua. (...) passati i giorni di festa, mentre tornavano, il bambino Gesù rimase in Gerusalemme, all’insaputa dei genitori; i quali pensavano che egli fosse nella comitiva; (...) poi si misero a cercarlo (...)»
    Il cammino che Giuseppe e Maria debbono fare è il cammino che i discepoli dovranno a loro volta intraprendere: è il cammino verso il quale anche noi siamo invitati per comprendere chi è questo Gesù.

    continua »

Consulta le pagine