I link che seguono forniscono la collocazione della pagina attuale nella gerarchia di navigazione.

  • Riaprire l’ospedale valdese di Torino

    Il moderatore della Tavola valdese, pastore Eugenio Bernardini ha scritto al nuovo assessore alla Sanità della Regione Piemonte, Antonio Saitta, chiedendo la riapertura dell’Ospedale Valdese di Torino, chiuso nel dicembre 2013 dalla Giunta regionale precedente.
    “La chiusura del Valdese di Torino – scrive il moderatore – ha comportato interruzioni di percorsi di cura e riduzione dei servizi sanitari alla popolazione, denunciati da noi ma anche da associazioni di cittadini e di medici, e che tra l’altro ha attivato tre ricorsi al TAR attualmente pendenti."

    continua »

  • Otto per mille valdese. Ancora in aumento le firme a favore della Chiesa valdese (Unione delle chiese metodiste e valdesi)

    Più 7%, per un totale di 613 mila firme. Sono questi i dati dell'otto per mille a favore della Chiesa valdese (Unione delle chiese metodiste e valdesi) comunicati nei giorni scorsi da parte dell'Agenzia delle entrate. Il numero delle firme determina un aumento di circa 2,8 milioni di euro rispetto alla somma attribuita lo scorso anno, per un totale che nel 2014 – i dati sono relativi alle dichiarazioni dei redditi del 2011 – ammonterà a quasi 41 milioni di euro. Le firme raccolte dalla Chiesa valdese (Unione delle chiese metodiste e valdesi) e i fondi a essa attribuita da anni sono in costante aumento e costituiscono un interessante caso di studio: la più antica chiesa protestante italiana, infatti, ottiene un numero di firme pari a circa 30 volte la sua consistenza.

    continua »

  • Solidarietà alla comunità ebraica

    Espressioni di solidarietà sono state manifestate dal pastore Eugenio Bernardini, moderatore della Tavola valdese, a Renzo Gattegna, presidente dell'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane in seguito al tragico attentato al museo ebraico di Bruxelles:

    “In un giorno molto particolare per i destini dell'Europa, sento il dovere morale e civile di esprimere a lei e alla comunità ebraica il sentimento di profonda vicinanza della Chiesa valdese per il tragico attentato di Bruxelles.
    Gli ebrei costituiscono un tassello essenziale di quel mosaico di popoli, culture e religioni che oggi si ritrova nell'Unione. Colpire gli ebrei, tanto più in una città fortemente simbolica come Bruxelles, significa colpire l'Europa. Così come costruire una vera Europa significa bandire ed espellere ogni idea e ogni comportamento antisemita e razzista.
    La comunità valdese e le reti protestanti europee si sentono impegnate a affermare questa idea d'Europa. Lo dobbiamo alla nostra fede tanto quanto al dovere di riconoscere i mostri che l'Europa ha generato e che, come ieri a Bruxelles, mietono ancora vittime.”

    continua »

  • Bergamo: veglia contro omofobia

    Sabato 10 si è tenuta a Bergamo, su iniziativa della chiesa valdese nel tempio di via Roma, una veglia di riflessione con meditazione biblica per una presa di coscienza sul tema dell’omofobia. La serata, priva di atteggiamenti polemici, si è svolta in spirito di dialogo, rispettoso e attento. Sul manifesto esposto all’esterno erano state scritte frasi ingiuriose a cui hanno fatto riscontro molte espressioni di solidarietà da parte degli ambienti più diversi della cittadinanza.

    continua »

  • Roma: La chiesa valdese oggetto di vandalismo

    Roma: La chiesa valdese oggetto di vandalismo

    La Chiesa valdese di piazza Cavour a Roma è stata oggetto di un atto di vandalismo e di intolleranza. La facciata del tempio è stata imbrattata mentre sul lato dell'edificio compare la frase "NO froci" corredata da una svastica e croci celtiche. Il fatto è da mettersi in relazione con la veglia di preghiera e il concerto, previsto per sabato 17 maggio in occasione della Giornata mondiale contro l'omofobia e la transfobia, un evento a cui la comunità valdese di piazza Cavour aderisce attivamente da diversi anni.

    continua »

Consulta le pagine