I link che seguono forniscono la collocazione della pagina attuale nella gerarchia di navigazione.

  • Ebrei 11,1

    di Giovanni Anziani

    «La fede è certezza di cose che si sperano, dimostrazione di realtà che non si vedono»
    Finalmente abbiamo una risposta chiara e convincente riguardo alla fede cristiana, ma nonostante la chiarezza di questa definizione credo che in tutti noi rimanga ancora un ampio spazio per domande riguardo alla fede. Per molti la fede è conquista di conoscenze religiose; per altri è la forza spirituale frutto di sacrifici; e ancora per altri è abbandono nel mistero della religione. Parlando della fede cristiana è necessario riflettere riguardo ad alcune questioni.

    continua »

  • II Corinzi 1,3-4

    di Giovanni Anziani

    «Benedetto sia il Dio e Padre del nostro signore Gesù Cristo, il Padre misericordioso e Dio di ogni consolazione, il quale consola ogni nostra afflizione ...» (2 Corinzi 1,3-4).
    Dio di ogni consolazione! Vorrei riflettere su questa affermazione e, in particolare, su questa “consolazione” più volte ripetuta nella pagina biblica e tante volte da tutti desiderata. Credo che vi sia in molti, oggi, il bisogno di essere consolati e quindi poter essere liberati da afflizioni e da avversità.

    continua »

  • Matteo 5, 11-12

    di Emanuele Fiume

    Il Signore Gesù Cristo dice: «Beati voi, quando vi insulteranno e vi perseguiteranno e, mentendo, diranno contro di voi ogni sorta di male per causa mia. Rallegratevi e giubilate, perché il vostro premio è grande nei cieli; poiché così hanno perseguitato i profeti che sono stati prima di voi
    L’ultima delle beatitudini, delle certezze di consolata beatitudine per gli ascoltatori e per i discepoli, l’unica in seconda persona: “Beati voi”. Beati voi, perché soffrirete direttamente a causa della vostra appartenenza a Gesù Cristo, perché soffrite per la reazione del mondo al fatto che appartenete a lui. È l’unica beatitudine assicurata per chi si trova in una situazione “per causa di Gesù”. E questa situazione è la persecuzione.

    continua »

  • Matteo 5, 10

    di Emanuele Fiume

    Il Signore Gesù Cristo dice: «Beati i perseguitati per motivo di giustizia, perché di loro è il regno dei cieli»
    Non vi è una specificazione della giustizia, giustizia umana o giustizia divina. Si tratta di quella giustizia che nasce dalla giustizia di Gesù e che, mediante, i credenti, viene condivisa nel mondo. Ma anche di quella giustizia anelata e condivisa dai più deboli, che trova nella giustizia di Gesù il suo senso e la sua vittoria. Quella giustizia che fa sì che il credente sia libero di spendersi per una causa giusta.

    continua »

  • Matteo 5, 9

    di Emanuele Fiume

    Il Signore Gesù Cristo dice: «Beati quelli che si adoperano per la pace, perché saranno chiamati figli di Dio»
    Il verbo “adoperarsi per la pace” si trova solo un’altra volta nel Nuovo Testamento, in Colossesi 1,20 in cui Dio, “avendo fatto la pace mediante il sangue della sua croce (di Cristo); per mezzo di lui (di Cristo), dico, tanto le cose che sono sulla terra, quanto quelle che sono nei cieli.” Chi si adopera per la pace è prima di tutto Dio, e realizza la sua pace con le cose del cielo e della terra mediante l’opera del suo Figlio Gesù Cristo.

    continua »

Consulta le pagine